Ora che hai finito il corso

Congratulazioni per aver terminato il corso di finanza personale!

Durante il corso ti sarai senz’altro reso conto di come, per quanto tutto ciò che cercavamo di trasmettere o quasi, siano regole in larghissima parte dettate dal buon senso, poche persone tra quelle che ti circondano siano attivamente impegnate nella propria protezione e nella gestione consapevole del denaro.

Per esempio, quando si propongono alcune soluzioni pratiche per risparmiare soldi, capita di sentire repliche come “ma come faccio a risparmiare, se faccio già fatica così?” o versioni più o meno forti di questo concetto. Succede di incontrare questa obiezione o altre, di altro tenore, ad esempio: “io non voglio risparmiare, voglio investire”. Non ci sorprende.

Spesso noi esseri umani cerchiamo di saltare le tappe. Oppure cerchiamo gratificazioni immediate poco durature, a scapito di premi più consistenti ma magari più in là nel tempo (hai presente quando ci mettiamo a dieta e falliamo regolarmente?).

Non abbiamo un piano di investimento, ma vogliamo far fruttare i nostri soldi.  

Non risparmiamo, ma speriamo di vedere il nostro capitale crescere come per miracolo. 

Non guardiamo il nostro conto, e pensiamo che questo in qualche modo ci tenga al riparo dai problemi ad esso legati.


Ti prego di non pensare che ci sia una qualche forma di giudizio da parte nostra. Abbiamo semplicemente descritto ciò che accade perché conosciamo la mente umana. E sappiamo che questi ragionamenti errati e poco funzionali sono all’ordine del giorno.

E sai perché? Perché a differenza di quanto ci piace credere, l’essere umano non è poi così razionale. Il nostro cervello è pieno di biases o distorsioni cognitive, che sono fondamentali per la nostra sopravvivenza. Infatti, queste scorciatoie di pensiero, queste reazioni istintive, ci hanno permesso di arrivare al grado di evoluzione sociale a cui siamo. Peccato che quando si tratta di denaro invece, ci facciano commettere delle sciocchezze.


Hai mai sentito qualcuno che ha continuato ad impegnarsi in qualcosa anche quando era ormai evidente che non ne valeva più la pena? Della serie “ormai ho fatto 30, faccio 31?” Questa cosa ha un nome: la fallacia dei costi non recuperabili.

Oppure qualcuno che “io investi i Eni, perché la conosco ed è italiana”? Tipico esempio di home bias.

O qualcuno che fa quello che abbiamo descritto sopra, cioè non guarda il conto correte perché teme che sia in rosso o comunque di vedere quanto ha speso. Si chiama effetto struzzo, perché fa riferimento alla pratica per cui lo struzzo nasconderebbe la testa sotto la sabbia. (Ne abbiamo parlato nella lezione precedente)


Tutte queste distorsioni, le loro cause e gli accorgimenti necessari per tenerle a bada, per così dire, sono l’oggetto del corso Trappole Mentali (che sta per cambiare nome: a partire da aprile 2021 si chiamerà Mind Your Money). Sai perché è importante conoscere e controllare questi bias? Perché sono dei veri e propri errori sistematici di pensiero.

Perché, mentre le tecniche di investimento si imparano in tempi relativamente brevi, il successo o l’insuccesso dei tuoi investimenti è dettato molto più dal tuo atteggiamento mentale che dalle tue conoscenze tecniche.  

Oppure, per dirla con le parole di Benjamin Graham (autore del best seller “L’Investitore intelligente” nonché mentore di Warren Buffett): come ti comporti tu è molto più importante di come si comportano i tuoi investimenti.

Proprio per questo abbiamo creato il corso Trappole Mentali : per superare gli errori (o bias) che ti fanno perdere denaro, non solo nelle attività finanziarie, ma anche nella vita quotidiana.

In questo corso imparerai anche a correggere eventuali percezioni distorte e pregiudizi legati al denaro che influenzano le tue scelte e delle tecniche semplici ed efficaci per tenere a bada i bias.


Come so se questo corso fa per me?


Questo corso fa per te se:

  • hai difficoltà a gestire il denaro
  • hai perso soldi in passato
  • ti sei fidato delle persone sbagliate (e hai perso denaro)
  • vuoi iniziare ad investire ma hai paura e ti senti bloccato
  • investi già, ma non sei soddisfatto dei risultati
  • sei già abile e hai buone competenze tecniche (ad esempio se investi già o fai trading) ma poi, periodicamente, devi ripartire da zero perché commetti errori che ti fanno perdere soldi (o addirittura ti azzerano il conto)


Discussione

0 commenti